Home / Articoli / AIOLA: Storia di amicizia

AIOLA: Storia di amicizia

AIOLA: Storia di amicizia

È stato grazie ad alcuni colleghi, direi soprattutto amici di vecchia data, che ho cominciato ad interessarmi alla tecnologia dei laser in odontoiatria. Loro erano reduci dalla partecipazione ad un corso organizzato dall’Università Sophia Antipolis di Nizza, uno dei primi rivolti alla formazione di dentisti in questo nuovo tipo di terapie.

Era la fine degli anni novanta e nel primo anno del nuovo secolo quegli stessi amici (Maurizio Maggioni, Pietro Cremona, Francesco Scarpelli) avrebbero costituito una delle prime associazioni in Italia dedicata all’utilizzo del laser in campo odontoiatrico: AIOLA, Accademia Internazionale di Odontostomatologia Laser Assistita.

Fu l’inizio di una attività, sempre crescente, finalizzata alla formazione e all’aggiornamento per i liberi professionisti; perché in fondo questo voleva essere AIOLA: una società non di universitari, ma di professionisti, dedicata a loro stessi, che organizzasse Corsi e Congressi in modo da trasferire e divulgare sempre più capillarmente una tecnologia ai più sconosciuta o considerata una inutile Cenerentola nell’odontoiatria.

Fu così, grazie alla partecipazione a questa serie di impegni culturali che mi convinsi ad entrare a fare parte dell’associazione, sempre stimolato dall’amicizia dei colleghi “esperti”. Dopo i primi congressi a Bergamo, più volte, e poi Firenze, fu dato il via nel 2003 al primo Corso di Perfezionamento nell’utilizzo di tecniche laser in odontostomatologia: fu la sede dell’Università di Firenze ad ospitarlo, grazie alla disponibilità e simpatia dell’indimenticabile Prof. Romano Grandini. La riproposizione del Corso nel successivo anno mi vide partecipante, così da potere approfondire quelle conoscenze un po’ superficiali fin lì acquisite, in un percorso di grande interesse pratico e culturale. Ma naturalmente, come sempre, questi eventi favoriscono l’approfondimento di legami e amicizie che restano ancora oggi solidi e duraturi. Fu anche lo stimolo all’acquisto del mio primo laser, seguito dopo un po’ di tempo dal secondo e poi dal terzo.

La mia frequentazione alla vita di AIOLA fu coronata dall’invito dell’allora presidente Ercole Romagnoli a fare parte del Consiglio Direttivo, del quale ancora oggi mi onoro di essere un componente. E fu anche l’occasione di entrare a contatto successivamente con la realtà universitaria di Siena, dove il Corso di Perfezionamento si trasferì grazie all’ospitalità del prof. Simone Grandini, giovane e dinamico direttore del Corso di Laurea. Tre anni impegnativi e intensi, nei quali scienza, cultura, apprendimento si sono formidabilmente miscelati al piacere della convivialità e la ricerca della… buona tavola. In questa occasione AIOLA mi ha anche dato la splendida possibilità di provare per la prima volta l’esperienza di docente.

Col periodo di presidenza degli amici Gian Franco Franchi prima e Valerio Partipilo poi, arriviamo ai giorni nostri; giorni per alcuni versi difficili e diversi dagli inizi (crisi, difficoltà per i professionisti), ma comunque sempre ricchi di stimoli, incontri di aggiornamento, nuove partnership (Silo, Scuola di Genova, Simeo, Imla, Syfac).

Al recente convegno dell’Istituto Stomatologico Toscano abbiamo dato il via al rinnovo del Consiglio Direttivo, oggi ricco di giovani colleghi, con Maurizio Maggioni alla Presidenza, e ci proiettiamo verso la festa del ventennale AIOLA del prossimo 2021: grande traguardo e sempre nuovi obbiettivi. Quello di ampliare la conoscenza della laserterapia al maggior numero di colleghi possibili, attivandoci in partenariati con le altre associazioni del settore, ma soprattutto con le aziende produttrici di laser e la loro rappresentanza UNIDI. E poi ancora promuovere l’immagine della nostra professione e dell’odontoiatria italiana oltre i confini, in Europa e nel Mediterraneo, collaborando con le maggiori società scientifiche d’oltralpe. E infine, ma non meno importante, la ricerca di soci nuovi che diventino i futuri protagonisti della professione odontoiatrica; il tutto veicolato a livello pubblicitario, di segreteria e con corsi Fad, che ci stiamo ripromettendo di portare avanti nel triennio a venire, grazie a Tueor Servizi. Consapevoli che per migliorare occorre partecipare alla realizzazione culturale di grandi progetti, e di sogni realizzabili.

Quindi…la storia dell’amicizia continua.

“Articolo apparso su Dental Tribune, scritto dal Dr. Marco Dossena”
Link all’articolo originale

Leave a Reply

Your email address will not be published.